Tag Archives: radius

Creazione di Un Hotspot Wifi con Coova-chilli e scheda Atheros

Avete a disposizione un PC con una scheda Wifi Atheros e volete installare un hotspot con autenticazione username/password? Fatelo con Ubuntu Linux!

Sono stato contattato per un progetto dedicato all’installazione di un sistema di hotspot Wifi scalabile basato su autenticazione username/password, con sistema di registrazione online.

Per iniziare a sviluppare la rete, ho dovuto crearmi una situazione simile a casa. Ho utilizzato il mio hardware a disposizione, e la mia connessione casalinga. Vale a dire, un Netbook Samsung N130 – con scheda Wifi Atheros AR9285 – e la mia ADSL. Per quanto riguarda il software, invece, mi sono servito dei seguenti programmi e tools:

  • Ubuntu come distribuzione Linux
  • Hostapd come programma di gestione dell’access point
  • Coova-chilli come sistema di accesso alla rete
  • Freeradius come sistema di autenticazione
  • MySQL come sistema di account
  • Apache come web server

Eccovi qui un how-to su come configuare correttamente i seguenti programmi per avere un sistema di hotspot funzionante.

Software necessario
Per prima cosa, naturalmente, dobbiamo avere un server Linux funzionante e connesso ad Internet. ho optato per Ubuntu (e non per la abituale Debian) perché Coova-Chilli ha già il pacchetto precompilato per Ubuntu 10.10. Non dovendo utilizzare una Linux Box come sistema finale (ma degli Open-WRT su router Linksys), ho optato per la comodità.

Aggiorniamo il sistema con:

apt-get update
apt-get upgrade

Installiamo il software:

apt-get install apache2 mysql-server php5 libapache2-mod-php5 freeradius freeradius-mysql dhcp3-server hostapd hostapd-utils libapache2-mod-auth-mysql ssl-cert

cd /tmp
wget http://ap.coova.org/chilli/coova-chilli_1.2.6_i386.deb
dpkg -i coova-chilli_1.2.6_i386.deb

Oltre a questo, abbiamo bisogno di un pacchetto chiamato haserl. Lo possiamo trovare qui. Una volta scaricato dobbiamo installare il compilatore GCC – se ancora non lo abbiamo nella macchina – e compilare il programma:

apt-get install gcc
tar xvf haserl-*.tar.gz
cd haserl-*/
./configure
make
make install

Configurazioni Preliminari
Una volta installato tutto il software necessario, passiamo alla configurazione dei servizi. La prima cosa da fare è la configurazione della rete e dell’access point. Assumiamo che l’accesso ad Internet sia fornito su interfaccia eth0 e l’IP dal DHCP. Andiamo quindi a modificare il file /etc/network/interfaces come segue:

vim /etc/network/interfaces
auto lo
iface lo inet loopback

auto eth0
iface eth0 inet dhcp

auto wlan0

Abilitiamo il port-forwarding:

echo 1 > /proc/sys/net/ipv4/ip_forward
echo "net.ipv4.ip_forward=1" >> /etc/sysctl.conf

Configurazione di Hostapd e Dhcp-server
Configuriamo hostapd:

vim /etc/hostapd/hostapd.conf
interface=wlan0
driver=nl80211
ssid=HotSpot
channel=6
ieee8021x=0

Dopodiché configuriamo il server dhcpd:

vim /etc/dhcp3/dhcpd.conf

e aggiungiamo:

subnet 10.0.1.0 netmask 255.255.255.0
{
range 10.0.1.100 10.0.1.200;
option subnet-mask 255.255.255.0;
option broadcast-address 10.0.1.255;
option domain-name-servers 8.8.8.8,8.8.4.4;
option routers 10.0.1.1;
}

infine abilitiamo il server dhcpd per l’interfaccia virtuale tun0, che è quella che Coova-Chilli abiliterà e utilizzerà automaticamente.

vim /etc/default/dhcp3-server
INTERFACES="tun0"

Riavviamo il server dhcp:

/etc/init.d/dhcp-server restart

e testiamo la configurazione avviando il demone in foreground:

hostapd /etc/hostapd/hostapd.conf

Se siamo in grado di collegarci correttamente punto di accesso appena creato e riceviamo l’IP dal dhcp, chioudiamo il programma con Ctrl+C e avviamolo in background con:

/etc/init.d/hostapd start

Configurazione del server radius
Configuriamo ora il server radius per essere usato con un database mysql.
Creiamo il database:

mysql -u root
CREATE DATABASE radius;
quit

Lo popoliamo:

mysql -u root -p radius < /etc/freeradius/sql/mysql/schema.sql
mysql -u root -p radius < /etc/freeradius/sql/mysql/schema.sql
mysql -u root
GRANT ALL PRIVILEGES ON radius.* TO 'radius'@'localhost' IDENTIFIED BY 'password';
FLUSH PRIVILEGES;
quit

Diciamo a freeradius come utilizzare il database:

vim /etc/freeradius/sql.conf
server = "localhost"
login  = "radius"
password = "password"

Settiamo la password per il client di freeradius:

vim /etc/freeradius/clients.conf
client localhost {
ipaddr = 127.0.0.1
secret = radiuspassword
}

Testiamo adesso la corretta configurazione dell’ACL appena creata:

vim /etc/freeradius/users

decommentare le seguenti righe:

"John Doe"     Auth-Type := Local, User-Password == "hello"
Reply-Message = "Hello, %u"

A questo punto comproviamo la corretta inclusione dei file di configurazione avviando freeradius in foregrund:

/etc/init.d/freeradius stop
freeradius -XXX

Se tutto è andato bene, l’ultima linea stampata dovrà terminare con:

Debug: Ready to process requests.

Usciamo di nuovo da freeradius con Ctrl+C e lo avviamo di nuovo in background:

/etc/init.d/freeradius start

Eseguiamo allora una chiamata al radius per l’utente di test “John Doe”

radtest "John Doe" hello 127.0.0.1 0 radiuspassword

Se tutto è andato bene come risposta dovremmo ricevere:

Sending Access-Request of id 136 to 127.0.0.1 port 1812
User-Name = "John Doe"
User-Password = "hello"
NAS-IP-Address = 255.255.255.255
NAS-Port = 0
rad_recv: Access-Accept packet from host 127.0.0.1:1812, id=136, length=37
Reply-Message = "Hello, John Doe"

Se il test sopra ha funzionato, possiamo cambiare il backend di autorizzazione, da “files” a “sql”

vim /etc/freeradius/sites-available/default

e Cambiamo:

files con #files
#sql con sql

Aggiungiamo ora un utente di test al nostro database mysql:

echo "INSERT INTO radcheck (UserName, Attribute, Value) VALUES ('mysqltest', 'Password', 'test');" | mysql -u radius radius

Coova-chilli di default utilizza l’username ‘chillispot’ con password ‘chillispot’ per loggarsi al server radius. Dobbiamo quindi aggiungere anche questo utente nel database mysql:

echo "INSERT INTO radcheck (UserName, Attribute, Value) VALUES ('chillispot', 'Password', 'chillispot');" | mysql -u radius radius

Questa impostazione di trova nel file /etc/chilli/config

HS_ADMUSR=chillispot
HS_ADMPWD=chillispot

Riavviamo freeradius:

/etc/init.d/freeradius restart

Testiamo infine il corretto funzionamento di freeradius con backend mysql:

radtest mysqltest testsecret 127.0.0.1 0 radiuspassword
radtest chillispot chillispot 127.0.0.1 0 radiuspassword

Se tutto è andato bene, dovresti ricevere un output del genere:

Sending Access-Request of id 180 to 127.0.0.1 port 1812
User-Name = "mysqltest"
User-Password = "test"
NAS-IP-Address = 255.255.255.255
NAS-Port = 0
rad_recv: Access-Accept packet from host 127.0.0.1:1812, id=180, length=20

Configurazione di Coova-Chilli
Prima di tutto copiamo la configurazione di default di Coova-Chilli e Apache2:

cp /etc/chilli/defaults /etc/chilli/config
mkdir /var/www/hotspot
cd /var/www/hotspot
cp /etc/chilli/www/* /var/www/hotspot
mkdir /var/www/hotspot/images
cp /var/www/hotspot/coova.jpg /var/www/hotspot/images/
mkdir /var/www/hotspot/uam
cd /var/www/hotspot/uam
wget http://ap.coova.org/uam/
wget http://ap.coova.org/js/chilli.js

Modifichiamo il file index.html per dirgli di utilizzare chilli.js localmente (Coova-Chilli utilizza 10.1.0.1 come IP di esempio, e noi pure):

sed -i 's/ap.coova.org\/js\/chilli.js/10.1.0.1\/uam\/chilli.js/g' /var/www/hotspot/uam/index.html

Modifichiamo il file ChilliLibrary.js per dirgli di utilizzare l’IP corretto:

sed -i 's/192.168.182.1/10.1.0.1/g' /etc/chilli/www/ChilliLibrary.js
sed -i 's/192.168.182.1/10.1.0.1/g' /var/www/hotspot/ChilliLibrary.js

Abilitiamo Coova-Chilli all’avvio del sistema, che è disabilitato di default:

vim /etc/default/chilli
START_CHILLI=1
CONFFILE="/etc/chilli.conf"

e avviamo Coova-Chilli:

/etc/init.d/chilli start

A questo punto, se non si sono presentati errori, dobbiamo modificare la configurazione di Coova-Chilli. Il file di configurazione è /etc/chilli/config. per una configurazione basica basterà cambiare poche variabili:

vim /etc/chilli/config

e modifichiamo:

HS_WANIF=eth0
HS_LANIF=wlan0
HS_UAMSERVER=10.1.0.1

Dobbiamo anche modificare il file /etc/chilli/up.sh, in quanto è presente un bug che non configura correttamente iptables:

vim /etc/chilli/up.sh

E aggiungiamo alla fine del file:

[ -e "/var/run/chilli.iptables" ] && sh /var/run/chilli.iptables 2>/dev/null
iptables -I POSTROUTING -t nat -o $HS_WANIF -j MASQUERADE

Infine, riavviamo Coova-Chilli:

/etc/init.d/chilli restart

Configurazione di Apache2 e SSL
Dobbiamo ora creare una pagina di login. Coova-Chilli ne ha una di default che possiamo utilizzare:

mkdir -p /var/www/hotspot/cgi-bin
zcat -c /usr/share/doc/coova-chilli/hotspotlogin.cgi.gz | sudo tee /var/www/hotspot/cgi-bin/hotspotlogin.cgi
sudo chmod a+x /var/www/hotspot/cgi-bin/hotspotlogin.cgi

Modifichiamo ora lo script di login:

/var/www/hotspot/cgi-bin/hotspotlogin.cgi

e decommentiamo:

$uamsecret = "uamsecret";
$userpassword=1;

Passiamo ora alla configurazione di SSL:
Creiamo i certificati:

mkdir /etc/apache2/ssl
make-ssl-cert /usr/share/ssl-cert/ssleay.cnf /etc/apache2/ssl/apache.pem

Attiviamo SSL:

a2enmod ssl
/etc/init.d/apache2 restart

Creiamo ora un VirtualHost per il nostro hotspot:

vim /etc/apache2/sites-available/hotspot
NameVirtualHost 10.1.0.1:443

ServerAdmin webmaster@domain.org
DocumentRoot "/var/www/hotspot"
ServerName "10.1.0.1"

Options Indexes FollowSymLinks MultiViews
AllowOverride None
Order allow,deny
allow from all

Alias "/dialupadmin/" "/usr/share/freeradius-dialupadmin/htdocs/"

Options Indexes FollowSymLinks MultiViews
AllowOverride None
Order allow,deny
allow from all

ScriptAlias /cgi-bin/ /var/www/hotspot/cgi-bin/

AllowOverride None
Options ExecCGI -MultiViews +SymLinksIfOwnerMatch
Order allow,deny
Allow from all

ErrorLog /var/log/apache2/hotspot-error.log

LogLevel warn

CustomLog /var/log/apache2/hotspot-access.log combined

ServerSignature On
SSLEngine on
SSLCertificateFile /etc/apache2/ssl/apache.pem

Abilitiamo il nuovo virtualhost:

a2ensite hotspot
/etc/init.d/apache2 reload

A questo punto il vostro hotspot dovrebbe essere funzionante!
Provate ad agganciarvi alla vostra rete Wifi ed aprire qualunque pagina. Dovrebbe apparirvi la pagina di accesso di Coova-Chilli e poi la pagina di login.

Riferimenti

Share This: